birra fischer
ricette nazionali e internazionali

Birra Fischer conoscerla è stato un piacere

Ho imparato ad amare la birra col passare degli anni, abbinandola alla pizza del sabato sera.

Una sera a casa di amici poi ci fu la vera inizializzazione! Mi offrirono una birra tedesca doppio malto e da allora ogni momento è buono per assaggiarne di nuove!

Pochi giorni fa sono stata in Alsazia, visitando Colmar e Strasburgo dove è nata la fabbrica della birra Ficher.

 

Ci fermiamo in una Brasserie, Le Pfifferbriader,  in pieno centro storico non  per mangiare, solo  per sorseggiare appunto la famosa birra.

Da fuori la brasserie dava l’impressione di una taverna, di quelle che irradiano calore solo a vederle. 

Da dentro rispecchiava esattamente quello che avevamo immaginato: appariva come una baita di montagna con travi di legno e vetrate colorate.

L'immagine può contenere: persone sedute, tabella e spazio al chiuso 

Ci sediamo e alla domanda:  que puis-je vous servir? Abbiamo risposto: une bière!

Ed eccoci pronte a sorseggiare questa birra servita in bicchiere e con dei pretzel per stuzzicare.

Colore ambrato e sapore fruttato, bassa gradazione rispetto ad altre birre e con abbondante schiuma.

Non ho fatto la scoperta dell’America in quanto fa parte del gruppo Heineken, molto commercializzata, si trova anche da noi in alcuni supermercati e si vende su amazon ad un buon prezzo.

Caratterizzata dalla bottiglia di vetro con il tappo ad alzata manuale, a bassa fermentazione,  gradazione di circa 6 gradi, il suo aroma fruttato è dato dall’ infusione di agrumi e spezie.

Credetemi che è ottima! Senza andare  a Strasburgo credo che la comprerò per offrirla ai miei imici nelle calde serate estive, senza pretzel ma con dei bei panzerotti pugliesi!

 

Viva la Francia, ma di più  viva soprattutto l’Italia!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat