niagara falls
Viaggi di gruppo svolti

Niagara Falls dove la natura ha realizzato un capolavoro

Una delle sette meraviglie del mondo, famose per la loro forma a staffa di cavallo, le Niagara Falls sono state una tappa durante il viaggio a New York.

Un’avventura on the road

Abbiamo noleggiato un 7 posti ritirandolo in aeroporto JFK, da li abbiamo attraversato lo stato della  Pensilvanya per poi rientrare nello stato di New York direzione Buffalo in circa 9 ore con qualche sosta e il rispetto dei limiti di velocità.

 

Ora vi chiedo di chiudere gli occhi ed immaginatevi un film americano:

Immaginate di entrare in un grande supermercato con delle insegne giganti che illuminano il grande parcheggio esterno. Una stazione di servizio e in lontananza un’altra insegna di un Motel.

Noi li con la coca cola ed una busta di patatine ci sentivamo i protagonisti di questo film ambientato in una strada, in un negozio che avevamo visto mille volte in qualche serie tv americana, ma con la differenza che eravamo i registi di questa splendida avventura.

Lasciamo i bagagli in Hotel e decidiamo di dirigerci a Toronto, il navigatore ci dice che in circa 1 ora e mezza dovremmo essere li.

Incoscienti, stanchi ma euforici arriviamo in pochi minuti al confine col Canada: i controlli per oltrepassare la frontiera, il visto sul passaporto …

Arriviamo dopo circa due ore: un muro di grattacieli da togliere il respiro, strade larghe illuminate da luci gialle, poca gente in strada.

 

La lucidità del momento ha preso il posto dell’euforia: mille pensieri in un attimo

E’ sera, non abbiamo idea di dove andare e cosa fare, siamo stanchi e dobbiamo rientrare in hotel.

In uno stato di calma apparente ci fermiamo in un Mc Donalds per comprare un panino, lo mangiamo in macchina e ritorniamo in America!

Tanta stanchezza, sono 12 ore che siamo in macchina, nessuno di noi parla più, chi dorme e chi guarda al di fuori del finestrino, ma ad un tratto quel silenzio viene interrotto da Maddalena che esclama: ” GUARDATE LE CASCATE!”

Ed eccole li sulla nostra destra,  appena dopo i ricontrolli del doganiere ( lo stesso di 5 ore prima!), nel buio e nel silenzio più assoluto della notte.

Uno spettacolo che nessuna delle nostre fotocamere ha immortalato per quello che realmente apparivano.

Lo scroscio sordo in lontananza, ho ancora la pelle d’oca a ripensarci. Non a caso il nome Niagara ha il significato di ACQUE TONANTI.

 

Storia delle cascate

Sono a circa mezz’ora di macchina dalla città statunitense di Buffalo e a circa un’ora e mezza da Toronto

Un complesso di tre cascate distinte originate dal  fiume Niagara.

Dal versante canadese abbiamo le horseshoe falls (ferro di cavallo, per la forma semicircolare),  le american falls, sul lato statunitense, e finiscono sempre nel suolo statunitense con le più piccole Bridal Veil Falls (cascate a velo nuziale).

La nascita delle Niagara Falls fu data dallo scioglimento dei ghiacciai che diedero vita al Lago Superiore (uno dei laghi più grandi al mondo) e conseguentemente il fiume Niagara che con la sua potenza ha plasmato la roccia portando  in superficie delle vecchie rocce marine molto più dure.

Quando il fiume incontrò queste rocce più dure, la sua forza di erosione divenne più lenta: questa differenza ha creato, nei millenni, il salto delle cascate.

Sveglia presto, ci aspettano le cascate di giorno: lato Canadese e lato Americano.

Prendiamo la macchina e ci dirigiamo verso il Niagara Falls State Park , un parco  statale nella città di Niagara Falls, Stati Uniti.

 

Non si paga l’ingresso, ma solo il parcheggio. All’interno  potete acquistare dei pacchetti per le varie escursioni:

  • HORNBLOWER NIAGARA CRUISES: giro sul battello

  • NIAGARA’S FURY: storia delle cascate in 4d

  • WHITE WATER WALK:  Una camminata accanto alle rapide del fiume

  • JOURNEY BEHIND THE FALLS:  attraversata in un tunnel scavato dietro le cascate che consente di vedere la potenza dell’acqua

  • ZIPLINE TO THE FALLS: un salto su di un cavo metallico per ammirare le cascate.

 

Il parco, riconosciuto come il parco statale più antico degli Stati Uniti, contiene le American Falls, le Bridal Veil Falls e una parte delle Horseshoe Falls. Consente di fotografarle da un’ottima posizione.

A collegare Canada e Stati Uniti il Rainbow Bridge che  permette attraversandolo a piedi di vedere le cascate da entrambi gli Stati.

 

 

Il freddo e il grigio del cielo hanno smorzato un pò la reale maestosità e bellezza delle cascate: non abbiamo potuto godere dell’arcobaleno in mezzo alla nebbiolina d’acqua, non siamo saliti sul battello per evitare di bagnarci, ma erano da vedere in ogni modo.

 

Ore 12, riprendiamo la macchina…Si ritorna a New York!

 

Sicuramente meno maestose di tante altre ma vedere le cascate da vicino è veramente impressionante. La potenza che si sprigiona con la grande massa di vapore e schizzi ci fa sentire veramente piccoli al cospetto di madre natura

 

Costi da New York a Niagara Falls:

Noleggio 7 posti per 2 giorni: 210 euro

Rifornimento: 150 euro

pedaggio: 15 euro

parcheggi vari: 10 euro

Hotel per una notte per 7 persone: 103 euro con colazione inclusa, Aashram Hotel by Niagara River

km fatti : 2000 circa

A testa circa 70 euro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat