postepay
viaggi nessi e connessi

Postepay in viaggio

Oggi vi parlo della mitica Postepay , un’ invenzione geniale di poste italiane!

La Postepay è la carta che porto ovunque senza mai aver avuto problemi, gestibile e pratica, resa ancor  più efficiente dall’ applicazione PP.

 

Esistono due tipi di Postepay: la standard ( quella gialla ) e la evolution ( quella nera ).

 

 

 

Caratteristiche Postepay Standard 

La postepay standard si appoggia al circuito visa, la potete ricaricare per un massimo di 3000 euro.

Oltre che acquistare on line, funge da carta di credito (anche se non lo è) potendo sia pagare tramite pos che prelevare da atm postale e bancario.

I limiti di prelievo da atm bancario/postale è di 250 euro al giorno.

Il prelievo in banca ha un costo di 2 euro se in valuta euro, mentre se in altra valuta ha una commissione di 5 euro + 1.10% dell’ importo prelevato.

La potete ricaricare in un tabacchi al costo di 2 euro, in ufficio postale col contanti al costo di 1 euro, dal postmat anche con carta di bancaria.

Non ha costi di gestione annuali e ha una validità di 5 anni, rinnovabile a scadenza gratuitamente.

Caratteristiche Postepay Evolution

La postepay evolution si appoggia al circuito Mastercard, la potete ricaricare per un massimo di 30000 euro.

Oltre che acquistare on line, funge da carta di credito (anche se non lo è) potendo pagare tramite pos che prelevare da atm postale e bancario.

In più ha un iban tramite il quale potete disporre e ricevere bonifici anche dall’estero ( cod Bic Swift PPAYITR1XXX)

I limiti di prelievo da atm bancario/postale è di 600 euro al giorno, 2500 euro mensili.

Come per l’altra, il prelievo in banca ha un costo di 2 euro se in valuta euro, mentre se in altra valuta ha una commissione di 5 euro + 1.10% dell’ importo prelevato.

La potete ricaricare in un tabacchi al costo di 2 euro, in ufficio postale col contanti al costo di 1 euro, dal postmat anche con carta  bancaria.

Ha un  costo di gestione annuale di 12 euro  e ha una validità di 5 anni, rinnovabile a scadenza gratuitamente.

 

Dopo questa infarinatura credo necessaria, vi  spiego come utilizzare al meglio le postepay all’estero. Alcuni accorgimenti faranno si che possiate godervi la vostra vacanza in assoluta tranquilità.

  1.  NON PARTITE MAI CON UNA SOLA CARTA, DOVETE PORTARNE DUE DI DUE CIRCUITI DIFFERENTI ( quindi potete portare la postepay standard e magari la carta del conto corrente che al 100% sarò una Mastercard, assicurandovi per questa che sia abilitata per l’estero). La doppia carta è necessaria in quanto non dovesse funzionare una delle due carte perchè  il circuiti non è accettato, oppure dimenticate il pin, oppure la perdete e quindi siete costretti a bloccarla, avrete sempre una seconda opzione.
  2. Associate alla postepay  un numero di telefono che sia attivo anche all’estero ed abilitate la carta tramite il sito di poste ( non è altro che la conferma del numero di cellulare on line), questo farà si che possiate scaricare l’ applicazione di poste e gestire la carta non solo per vedere i movimenti, ma in caso di necessità trasferire i soldi su altra carta.
  3. All’estero cercate di prelevare il meno possibile, conviene sempre pagare con carta, ma se proprio dovete farlo prediligete i bancomat di qualsiasi istituto di credito. Ogni prelievo in valuta non euro vi costerà 5 euro ed in più una commissione dell’1.10% dell’importo prelevato.  Quindi se dovete prelevare che sia un importo sufficiente ad ammortizzare le spese. I pagamenti da pos invece hanno solo l’1,10% di commissione e gli addebiti ovviamente su carta saranno in euro.
  4. Scaricate l’app PP da Plystore, potrete gestire la carta, come? Modificare i massimali di pagamento, disabilitare gli acquisti on line, vedere le uscite non contabilizzate, ricaricare il telefono, caricare altre carte postepay …etc!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat