Il pasticciotto leccese

Dalla Puglia non vai via se non hai preso almeno 5 kg!

Si mangia divinamente, dal dolce al salato, primi piatti e pesce fresco. Ogni zona ha

suo piatto forte, ma alcune sono quelli per antonomasia, come il pasticciotto leccese.

Come tutte le cose, pare che la nascita del pasticciotto fu opera del caso.

La storia narra che un pasticcere di Galatina, non attraversando un buon periodo economico, decise di fare delle prove per inventare un dolce nuovo.

Un giorno per caso, utilizzò la frolla rimasta da una crostata e la crema avanzata di una torta, unì le due cose a mo’ di pasticcio, appunto ed infornò.

Il risultato non fu quello che si aspettava e lo regalò ancora caldo ad un passante che invece ne gradì il gusto e non finì più di ringraziarlo e spargere la voce della bontà che era in vendita in tale pasticceria…

Il nome del pasticcere in questione era  Andrea Ascalone.

La forma originale è ovale, una crema pasticcera classica e una pasta frolla.

Ovviamente ogni pasticcere ha ora la sua variante e il suo ingrediente segreto, ma la ricetta classica è questa:

Risultati immagini per pasticciotto leccese ricetta originale strutto

Per la frolla:

  • 250 gr di farina 00
  • 125 gr di strutto
  • 125 gr di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • mezzo cucchiaino di ammoniaca
  • scorza grattugiata di un limone e un’arancia.

Per la crema pasticcera:

  • 1/2 litro di latte
  • 3 tuorli
  • 90 gr do farina00
  • 160 gr di zucchero semolato

Come prima cosa si prepara la frolla. Si uniscono farina e zucchero e si lavorano velocemente insieme allo strutto. Si aggiungono, uova, scorza degli agrumi e ammoniaca e si lavora giusto il tempo di amalgamare gli ingredienti. Si avvolge la pasta in una pellicola e si mette a riposare in frigorifero per almeno un paio d’ore. L’ideale sarebbe preparare la pasta frolla il giorno prima e usarla l’indomani. La caratteristica di questa frolla è l’uso dello strutto, quindi non va assolutamente sostituito con il burro.

Messa da parte la frolla, prepariamo la crema pasticcera. Uniamo lo zucchero ai tuorli e lavoriamo il tutto finché non diventa bello spumoso. Aggiungete la farina e incorporate delicatamente. Versate il latte dentro al composto di uova e zucchero e mescolate aiutandovi con una frusta. Versate il tutto in pentola e fate cuocere a fuoco lento, mescolando in continuazione. La crema risulterà molto densa. Versatela in una ciotola, ricoprite con una pellicola e fate raffreddare completamente. Fate riposare la crema qualche ora in frigo.

A questo punto, si prendono degli stampi in alluminio di forma ovale e si foderano con la pasta frolla che avrete precedentemente steso a mano, fino a raggiungere uno spessore di circa 1/2 cm.

Riempite gli stampi con la crema e ricoprite con un altro strato di frolla, ma leggermente più sottile che sigillerete con le mani andando a eliminare la parte di pasta in eccesso.

Spennellate il Pasticciotto con un uovo sbattuto e fate cuocere in forno preriscaldato a 200° C per 15/20 minuti, finché non avrà raggiunto un bel colore dorato.

Buon appetito!

Se poi non volete prepararlo, ma solo mangiarlo, andate a Lecce, Pasticceria Natale, a pochi passi da piazza S.Oronzo.

 


… IL MIO NOME E’ ANNALISA, SONO PUGLIESE, ANZI DIREI SONO FORTUNATAMENTE PUGLIESE, COL MARE A 10 MINUTI DA CASA E IL SOLE TUTTO L’ANNO. LAVORO IN UN’AZIENDA PUBBLICA, SONO SPOSATA E MADRE DI DUE SPLENDIDE RAGAZZE. IMPEGNATA SU PIU' FRONTI CERCO DI RITAGLIARE IL TEMPO PER LA MIA UNICA PASSIONE: VIAGGIARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp chat