Quali sono le cose più buone da mangiare in  Sicilia?

Una cucina  frutto di culture differenti che le hanno donato quello che è ora la sua identità caratterizzata da  gusti ricchi e saporiti. Nel cuore del mediterraneo la Sicilia vanta specialità culinarie dovute anche al suo territorio montuoso e marittimo che insieme ad una temperatura mite tutto l’anno la proclama la regina indiscussa di prelibatezze dolci o salate!

L’ elenco sotto  racchiude la ” mia Sicilia”, ciò che ho mangiato durante le mie vacanze. Sono i grandi classici quindi non vi scriverò di aver scoperto nulla, ma ho voglia di descriverli con ” l’acquolina in bocca”!

  • cannoli
  • brioche col tuppo
  • arancini
  • crispeddi
  • cassata
  • granita
  • pane cunzatu
  • cous cous
  • pane e panelle
  • genovesi ericini

Cannoli

Palermo, Agosto 2019.

La ricotta finemente setacciata, dal gusto unico, soffice e spumosa con pezzetti di cioccolata è avvolta da una cialda ruvida e croccante spolverata di candido zucchero a velo. Al morso il croccante si amalgama alla crema quasi a farlo sciogliere. Ma non si ha il tempo di distinguere le due consistenze che il cannolo viene divorato in pochissimo tempo. Alla fine le briciole del croccante diventano cucchiaini che si affonderanno nella ricotta che gelosamente abbiamo conservato per le battute finali.

Brioche col tuppo

Palermo, Agosto 2019.

La mia preferita senza ombra di dubbio. In qualsiasi momento della giornata è un piacere che va diritto al cervello! Una brioche soffice e profumata di pasta lievitata e non zuccherata, rotonda col tuppo all’estremità.

Cos’è il tuppo della brioche?

Una pallina di 15 gr di impasto che viene posta in cima alla pallina più grande di 80 gr. di impasto lievitato. Il termine deriva da chignon o toupet che altro non è che il modello di capelli raccolto delle donne.

La brioche viene tagliata a metà e “imbottita” di gelato o accompagnata da un bicchiere di granita. Col gelato è sublime in quanto sciogliendosi  bagna l’impasto catturandone il sapore.

È un mistero come riuscire a mangiare la brioche: si mangia prima il gelato? Si mangia metà gelato subito per poi alternare con l’impasto? Non saprei consigliarvi, ma posso dirvi come la mangio io! Prima di tutto stacco il tuppo mangiandone metà,  la restante metà aiutandomi col cucchiaino la guarnisco di gelato e giù a far felici le mie papille gustative, continuo col gelato che nel frattempo ha insaporito ed ammorbidito la brioche che lascio alla fine facendo la scarpetta alla crema di gelato oramai sciolta!

Arancini

Siracusa, febbraio 2020

Sia che le chiamano arancine a Palermo o nella versione  arancino a Catania,  queste bombe da 100 gr di riso condito col cuore ripieno e fritte nell’olio caldo dopo averle panate, sono un pranzo completo da fare ovunque senza posate, senza una tavola imbandita ma semplicemente occupando una mano!

Il ripieno classico è quello con il ragù di carne, piselli e formaggio, ma ne esistono di vario tipo che val dal ripieno di melanzane, funghi, salmone, pistacchio e besciamella e tanti altri!

Caldo e profumato di fritto nel momento in cui si addenta è come rompere un sottilissimo strato liscio croccante quanto basta che fa anticamera al morbido e succulento riso mantecato da tutti glia altri sapori!

Crispeddi

Acireale, febbraio 2020

Dolci di carnevale semplici fatti con del riso cotto nel latte e poi impastato con farina, zucchero e lievito. Una volta fritti vengono cosparsi di miele e profumati di cannella!

Un dolce povero e semplice anche nel gusto. Il miele regala sapore e il profumo di cannella ti fa sognare casa della nonna!

Cassata

La cassata è pura arte barocca! Un capolavoro in tutta la sua essenza, dalla decorazione agli ingredienti! È un simbolo di regalità, non ho altre parole per descriverla! Dalla mono porzione alla torta classica è un insieme di  tanti dolci assemblati insieme che la vedono come la regina dei dolci siciliani!

Una base morbida di pandispagna, crema di ricotta con codette di cioccolata, uno strato di marzapane, frutta candita e glassa reale!

Granita

Siracusa, agosto 2011

Quando pensate alla Sicilia cosa vi viene in mente? Il caldo, il sole alto nel cielo, profumo di gelsomino, gelsi e fichi d’india!

Entra in scena la granita che vi rinfrescherà in tutta la sua bontà fatta semplicemente di ghiaccio triturato, zucchero, frutta o profumi di fiori. Mangiata al  cucchiaio o sorseggiata è una di quelle cose da assaggiare nei gusti più svariati.

Pane cunzato

Trapani. agosto 2020

Il pane con olio, pomodoro, formaggio pecorino e acciughe, chiamatela pure merenda dei poveri ma come si dice  “non c’è cibo di re più gustoso del pane

 

Cous cous

Erice, agosto 2020

Semplicemente ottimo! Sapore di mare, di spezie e profumi orientali. Il piatto della festa la cui preparazione mi raccontavano dura ore. Le semole vengono mescolate con l’acqua lentamente fino a formare dei granelli che vengono poi trasferiti nella vaporiera. La lavorazione prosegue con questa semola cotta che verrà poi lavorata con olio e acqua.

Tanto amore in questo piatto di origine araba che ormai è diventato il simbolo della Sicilia occidentale!

 

Pane e panelle

Catania, febbraio 2020

Il panino con le panelle è tipico palermitato ma si può mangiare un pò ovunque.

Di origine araba le panelle sono una sorta di polenta fatta di farina di ceci, sale e pepe che poi viene rigorosamente fritta! Ormai è il tipico street food siciliano, semplice e buono con materie prime povere ma degne di essere mangiate!

Genovesi ericini

Erice, agosto 2020

Una pasta frolla che si scioglie in bocca, un ripieno che varia dalla crema al pistacchio, ricotta o crema al cioccolato. Chi è andato ad Erice le avrà assaggiate sicuramente! Un solo boccone per un’ esplosione di dolcezza!