Il mio primo viaggio a Parigi

 

Parigi cosa vedere in quattro giorni

 

1 giorno

Ogni anno le vacanze per me iniziano a settembre e dopo anni passati a trascorrere le vacanze al mare, quest’anno si va a Parigi!

Voli comperati con largo anticipo con partenza da Brindisi ed organizzazione maniacale del tutto: budget totale 800 euro per 4 persone suddiviso tra volo ( 70 euro per biglietto), noleggio della macchina ( 100 euro) , appartamento ( 265 euro) e biglietti per un giorno al parco (184 euro).

La scelta di noleggiare la macchina è stata dettata dal costo della navetta da e per aeroporto e autobus per andare e ritornare dal parco, la somma totale andava ben oltre il costo del noleggio della macchina!

 

 

Il nostro appartamento disponeva di parcheggio privato quindi dopo aver lasciato la macchina ed i bagagli è iniziata la nostra avventura nella capitale francese.

La fermata della metro a circa 700 mt ci ha consentito di arrivare in zona Champ de Mars per vedere la famosa torre Eiffel.

La zona è servita da numerose stazioni della metropolitana di Parigi, prime tra tutte Bir-Hakeim (sulla linea 6), Trocadéro (linee 6, 9) ed École Militaire (linea 8).

Uno dei fasti della produzione industriale realizzata dalla  ditta gestita da Gustave Eiffel.

 

File interminabile per salire sulla torre, quindi abbiamo scelto di farci un giro in battello sulla Senna, costo 16 euro.

Il giro è di circa 1h e si possono ammirare gli edifici storici più importanti della città che furono costruiti sulle sue rive.

 

Parigi è magia e non è una frase retorica, ammaliante e romantica!

Il romanticismo è veramente nell’aria, poi volete che il viaggio perfetto lo si fa con le persone che amiamo? Noi 4… il connubio perfetto!

Sulle nostre cene c’è poco da parlare, anzi direi nulla in quanto dopo tanta strada a piedi bisogna pur accontntare i figli, dopotutto la vacanza è anche per loro, quindi si va la Mc Donald’s!

Unica delizia tipica  che ci siamo concessi, sono stati i macaron.

2 giorno

Una bellissima giornata, caldo e cielo azzurro si continua destinazione Montmarte, Métro: Linea M2, stazione Anvers.

Il punto più alto di Parigi, nota per la Basilica del Sacro Cuore posta sulla sua sommità   il Moulin Rouge e  il distretto di Pigalle, il  quartiere a luci rosse.

La basilica del Sacro Cuore è costruita in  pietra calcarea che ha  la caratteristica di non trattenere polvere e smog ed è per questo che risulta sempre bianca e luminosa.

 

 

Scesi dalla collina ci siamo diretti sulla via a luci rosse, nulla di trasgressivo, solo dei sexy shop!

D’obbligo la foto al famoso Moulin Rouge, che grazie al can-can, il ballo a gambe alzate  è diventato presto un simbolo della Belle Époque.

 

 

Da qui senza usare autobus o metro ci siamo diretti verso Boulevard Haussmann, zona praticamente centrale consentendoci di visitare e fotografare teatro dell’Opéra, dell’Arco di Trionfo, degli Champs Elysèes e di Place Vendome e gli esterni del Louvre e le  GALERIES LAFAYETTE

 

 

 

 

 

Breve sosta per mangiare un panini e poi dritti attraversando uno dei tanti ponti per raggiungere la cattedrale metropolitana di Nostra Signora, conosciuta anche come cattedrale di Notre-Dame.

Rappresenta una delle costruzioni gotiche più celebri del mondo ed è collocata  nella parte orientale dell’Île de la Cité, ( isola della città: un’isola in mezzo alla Senna)

 

 

Vi consiglio di salire sulle torri, la vista è spettacolare!

 

Dopo tutto questo visitare, ci dedichiamo un pò allo shopping, perdendoci senza una meta precisa tra le viuzze del quartiere latino zona Boulevard Saint-Germain.

 

3 giorno

Parco Disneyland Paris.  Dedicheremo al parco un articolo a parte.

 

4 giorno

Stamattina il tempo non è generoso: pioggia e temperatura più bassa di qualche grado.

Perfetto per noi in quanto nostra intenzione è andare a visitare il Louvre.

Il Museo del Louvre si trova nel Palazzo del Louvre, una fortezza del XII secolo,  ampliata e riformata in varie occasioni. Prima di diventare un museo alcuni monarchi, come Carlo V e Filippo II, utilizzarono il palazzo come residenza reale, dove conservarono le proprie collezioni d’arte.

Ingresso gratuito per le mie figlie in quanto di età inferiori ai 26 anni, noi 20 euro cadauno.

Un museo grandissimo, sono incapace a descriverlo credetemi!  Unica nota dolente per noi italiani sono le opere d’arte dei nostri pittori “regalati” alla Francia.

 

 

E’ inutile dirvi che quasi l’intera giornata l’abbiamo passata all’interno del museo! Piove ancora, siamo stanchi e quindi decidiamo di ritornare in appartamento, metterci qualcosa di più pesante e uscire in macchina!

Si decidiamo di visitare Parigi in macchia e sotto la pioggia, non possiamo certo restare chiusi in casa! La scelta si è rivelata ottima in quanto lode a mio marito che sembrava esserci stato mille volte, le strade libere e facili da percorrere ed io ho finito di scattare qualche foto!

 

 

 

5 giorno

Visita di Versailles, qui dedicheremo un articolo a parte.

 

 

Non sono bastati sicuramente questi giorni per poterla visitare, ma prometto che ci ritornerò!

 

 

MAPPA METRO

MAPPA TURISTICA 


Parigi: monumenti e musei con ingressi gratuiti

… IL MIO NOME E’ ANNALISA, SONO PUGLIESE, ANZI DIREI SONO FORTUNATAMENTE PUGLIESE, COL MARE A 10 MINUTI DA CASA E IL SOLE TUTTO L’ANNO. LAVORO IN UN’AZIENDA PUBBLICA, SONO SPOSATA E MADRE DI DUE SPLENDIDE RAGAZZE. IMPEGNATA SU PIU' FRONTI CERCO DI RITAGLIARE IL TEMPO PER LA MIA UNICA PASSIONE: VIAGGIARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp chat