Viaggio Bruxelles prima tappa

Il  viaggio a Bruxelles nasce da una cartina alle mani ed una penna: voglio andare ad Amsterdam, ma il prezzo del  volo per me è proibitivo ( il mio limite di spesa non può superare le 50 euro a/r)!

Segno sulla mappa Amsterdam con un cerchietto rosso, e noto che si trova in mezzo tra Bruxelles ed Eindhoven, si accende la lampadina e prenoto un arrivo a Bruxelles ed un  ritorno da Eindhoven ad un costo totale di 44 euro.

 

Ho 5 giorni a disposizione quindi metto appunto il mio itinerario di viaggio:

Bruxelles prima tappa,  un giorno a Brugges e due giorni e mezzo ad Amsterdam!

Al solito odio partire da sola, perchè la compagnia mi fa stare bene, ci si diverte di più e quindi in 7 mesi, monitorando ovviamente sempre i prezzi dei voli,  si uniscono 46 persone!

Quando le cose prendono una buona piega, diventa tutto semplice: per dormire a Bruxelles (MEININGER Hotel Brussel City Center) ed Amsterdam (MEININGER Hotel Amsterdam City West)

ho prenotato triple, quadruple e doppie nella famosa catena Meiningher: strutture nuove, dotate di tutto, classificate come ostelli ma sono hotel sia nella gestione che nella tipologia delle camere. A Bruges invece ci siam voluti divertire prenotando delle quadruple in un hostel. 

Ovviamente in tutte le strutture i servizi erano privati!

Per i trasferimenti ci siamo invece avvalsi del SERVIZIO PER GRUPPI FLIXBUS, un pulman privato ci ha accompagnato dall’arrivo in aeroporto a Bruxelles in hotel,  tutti i trasferimenti nei 4 giorni successivi compreso anche una visita in giornata ai vari villaggi nei dintorni di Amsterdam, fino alla partenza da Eindhoven!

Costo? una media dei pernotti circa 30 euro a notte e 10 euro a tratta per i trasferimenti col pullman!

 

BRUXELLES ARRIVATI

Pubblicato da Amareviaggiarelowcost su Venerdì 16 novembre 2018

 

  • Una sera a Bruxelles

 

Arriviamo intorno alle 15 in hotel, sbrigate le formalità del check in usciamo per visitare la città.

Nel mio immaginario sarebbe dovuta essere una città fredda e distaccata, quasi noiosa. Probabilmente perchè viene sempre collegata alla politica, all’economia, d’altronde è la capitale dell’Europa!

Bruxelles invece è la città che non ti aspetti, una vera sorpresa ed un vero peccato non avere avuto più ore a disposizione!

Dall’hotel, in una  passeggiata di circa 10 minuti, attraversando il fiume Senne,  un piccolo affluente navigabile, si arriva nel centro storico.

 

 

Attraversiamo il  quartiere di Saint Catherine,  legato da secoli ai prodotti della pesca; un tempo infatti i pescherecci, risalendo il fiume, ormeggiavano proprio in questa zona.

Sulla piazza principale,  sorge la bellissima Chiesa di Santa Caterina, che ospita una statua nera di Madonna con Bambino.

 

 

Camminando non si può fare a meno di fotografare l’architettura delle case in stile arte nouveau che le regalano un aspetto fiabesco!

 

 

 

Vero lustro della città è sicuramente la Grand Place

Parte di un complesso architettonico impressionante, non si sa dove dirigere lo sguardo colpito da tanta bellezza!

Gli edifici che la racchiudono sono: il palazzo del comune, la casa del duca di Brabant e la casa del re.

 

 

 

Sempre nei pressi del Grand Place, si trova  il palazzo della Borsa in stile neoclassico.

 

La piazza dove sorge l’edificio è un ritrovo di gente  data la presenza di molti bar e fast food.

Oggi non è più un edificio finanziario, ma ospita delle mostre, si dice che dal 2018 diventerà il museo della birra

 La celebre statua raffigurante un bambino che fa pipì è uno dei simboli più importanti della città di Bruxelles. La statua è davvero piccolissima!

L’origine della statua non è accertata. Numerose leggende circolano su di lui. Fra esse una descrive un bambino che avrebbe estinto, a suo modo, la miccia di una bomba con la quale i nemici volevano dare fuoco alla città

Camminando nelle stradine è godurioso vedere i negozi di cioccolata, delle vere pralinerie dove gli adori si uniscono ai piaceri del palato e della vista!

 

Golosissime le vetrine dei waffel!

Una cosa tipica di Bruxelles (o meglio, del Belgio)  è il waffle: cialde croccanti fuori e morbide dentro cotte su piastre “grigliate” che li conferiscono quell’originale superficie “a grata”.

A Bruxelles il piatto tipico nazionale è senza ombra di dubbio moules et frites, ovviamente non potevamo non assaggiarlo!

 

 

Il viaggio a Bruxelles è stato una rivelazione, una città che non ti aspetti così bella poche ore non bastano dato  che merita veramente tanto, quindi è stato solo un assaggio, ma non mancherà ritornarci!

 

 

Si prosegue per BRUGES

 

Tour di 5 giorni, partendo da Bruxelles per ripartire da Eindhoven con 3 pernotti in tre città: 1 notte a Bruxelles, 1 notte a Bruges e 2 notti ad Amsterdam.

Costi:

voli a/r: una media da 44 euro a 54 euro

Noleggio di Flixbus per gruppi per tutti gli spostamenti dei 5 giorni : 50 euro a testa, in questa quota sono compresi i tour al  Zaan Chaans e Volendam

Pernotti: una media di 30 euro a notte ( nei vari articoli i nomi degli hotel)

Biglietti per museo Van Gogh e Battello: 32.50

Costo totale del viaggio a persona: 250 euro circa

… IL MIO NOME E’ ANNALISA, SONO PUGLIESE, ANZI DIREI SONO FORTUNATAMENTE PUGLIESE, COL MARE A 10 MINUTI DA CASA E IL SOLE TUTTO L’ANNO. LAVORO IN UN’AZIENDA PUBBLICA, SONO SPOSATA E MADRE DI DUE SPLENDIDE RAGAZZE. IMPEGNATA SU PIU' FRONTI CERCO DI RITAGLIARE IL TEMPO PER LA MIA UNICA PASSIONE: VIAGGIARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp chat