La grotta della poesia è una piscina naturale nella quale tuffarvi da un’altezza di 5 metri durante una vacanza in salento, di quelle vacanze che difficilmente riuscirete a dimenticare, fatta di buon cibo, mare fantastico e gente cordiale.

 

Dove si trova la grotta della poesia?

Situata nei pressi di Torre dell’Orso e precisamente a Roca Vecchia, marina del comune di Melendugno.

Sembra essere un miracolo della natura formata all’interno di un complesso carsico che si alimenta di acqua dolce grazie ad una fonte del sottosuolo.

La grotta si divide in grotta della poesia grande e grotta della poesia piccola.

La grande comunica con una spiaggetta sabbiosa dalla quale si arriva alla grotta piccola. I colori delle grotte vanno dal blu cobalto del sotto roccia al verde smeraldo.

 Quando fu scoperta la grotta della poesia?

La grotta della poesia fu scoperta nel 1983 dall’ archeologo Cosimo Pagliara, ma in base ai disegni ed incisioni presenti al suo interno si presuppone che fosse meta fin fal II millennio a.c.

La leggenda della grotta della poesi

Alla grotta della poesia è legata una legenda che narra di una bellissima principessa che era solita tuffarsi per nuotare nella Grotta. Per ammirarla, tantissimi poeti e scrittori raggiungevano la Grotta della Poesia per comporre poesie ispirate dalla sua eleganza. In realtà, il nome deriva dal greco e infatti poesia si traduce con sorgente di acqua dolce per la presenza di fonti che scorrono tra le rocce e confluiscono nel mare.

Meta ambita e frequentatissima nei periodi estivi l’ideale sarebbe visitarla a giugno o settembre, periodo nel qualche potete godervela quasi in solitaria, a differenza dei mesi di luglio ed agosto in cui sarebbe bene andare la mattina molto presto!