Gnocco alla romana storia e ricetta

In questo periodo di quarantena forzata l’unico modo per curare la tristezza è dedicarci alla cucina. Si cercano ricette nuove e si sperimentano quelle tipiche di altre regioni.

«Giovedì Gnocchi, Venerdì Pesce, Sabato Trippa».

Lo conoscete tutti questo detto vero? Ed io mi sono ispirata al detto e alla cucina laziale ricca e saporita  preparando il famoso  gnocco alla romana.

LA RICETTA

Ingredienti per 4 persone:

1 litro di latte

250 grammi di semolino

30 grammi di burro

2 tuorli d’uova

1 pizzico di noce moscata e sale q.b.

 

PROCEDIMENTO

Fate scaldare  il latte col burro ed appena raggiunge il bollore versare il semolino. Mescolate velocemente con una frusta per evitare di formare dei grumi e lasciate sul fuoco fino a quando non si addensa.

Dopo di che aggiungere i due tuorli, il sale e la noce moscata e mantecare tutto.

Su un piano sistemate della carta da forno e versatevi il composto. Spianatelo ad uno spessore di circa 1 cm e iniziate a ricavare lo gnocco alla romana formando dei cerchi con un bicchiere ( non grande).

Adagiateli sovrapponendoli leggermente nella pirofila oleata, finite con una bella spolverata di grana grattuggiato, un filo d’olio o fiocchetti di burro ed infornate a 200 gradi finchè non avranno formato una bella crosticina dorata.

BUON APPETITO

 

… IL MIO NOME E’ ANNALISA, SONO PUGLIESE, ANZI DIREI SONO FORTUNATAMENTE PUGLIESE, COL MARE A 10 MINUTI DA CASA E IL SOLE TUTTO L’ANNO. LAVORO IN UN’AZIENDA PUBBLICA, SONO SPOSATA E MADRE DI DUE SPLENDIDE RAGAZZE. IMPEGNATA SU PIU' FRONTI CERCO DI RITAGLIARE IL TEMPO PER LA MIA UNICA PASSIONE: VIAGGIARE

2 pensieri su “Gnocco alla romana storia e ricetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp chat