Cambio valuta consigli utili per cambiare i soldi all’estero.

CAMBIO VALUTA IN AEROPORTO – Solitamente si arriva all’aeroporto e ci si accorge della necessità di cambiare dei soldi per poter prendere l’autobus, il taxi o qualcosa da mangiare.

La soluzione più facile è quindi quella di andare ai botteghini cambia valuta presenti in aeroporto, ma attenzione cambiare i soldi qui può essere la scelta peggiore.

I tassi di cambio in aeroporto sono infatti solitamente più svantaggiosi che quelli in città e spesso applicano una commissione più alta. Meglio quindi pagare con carta.

PRELEVARE AL BANCOMAT – Prelevare direttamente con il bancomat è il modo migliore per cambiare denaro all’estero. L’unica accortezza è verificare prima della partenza che la propria carta sia abilitata ai prelievi dei circuiti internazionali e verificare se c’è e di quanto sia la commissione.

Alcuni istituti di credito applicano infatti una commissione del 2% sui ritiri effettuati all’estero. In questo caso è conveniente prelevare una grande somma e meno spesso, controllando il massimale di prelievo giornaliero.

PRELEVARE CON CARTA DI CREDITO – Potrebbe costare qualcosa in più in quanto c’è una maggiorazione del costo.La maggior parte delle carte aggiunge un costo che varia dall’1 % al 3% al tasso di cambio.

CAMBIA VALUTA IN CITTA’ – Una volta arrivati in città cercate con cura il Change/Exchange, non fermatevi al primo che vi capita, ma controllate con attenzione i tassi di cambio che applicano e le commissioni. Alcuni bureau si presentano con zero commissioni, ma con un tasso di cambio maggiore.

Non fidatevi nemmeno, senza aver prima controllato i grandi nomi: la maggior sicurezza spesso se la fanno pagare cara. Date un’occhiata anche ai Money Exchange automatici, spesso hanno tariffe migliori di altri bureau. In ogni caso ricordatevi che maggiore è la somma cambiata, minore è la commissione applicata.

CAMBIO VALUTA IN BANCA – Recarsi direttamente in banca è senz’altro il modo più sicuro. Ma attenzione conviene farlo solo per grosse cifre. Il tasso di cambio sarà quello ufficiale – quindi non ci sono errori o rincari – ma la commissione e le tasse applicate rischiano di essere onerose. In casi di piccole cifre è quindi preferibile evitare la banca. O meglio ancora: chiedete!

PAGARE IN VALUTA LOCALE – Laddove vi chiedano se preferiate pagare in euro o in valuta locale, scegliete la seconda opzione. E’ più probabile infatti che possiate cosi risparmiare e lo stesso quando pagate con la carta.

TORNARE A CASA CON VALUTA STRANIERA – Se siete in un Paese in cui l’euro è più forte tornare in Patria con valuta straniera debole significa avere in tasca soldi di scarso valore che nel cambio con l’euro ci perderete parecchio. Meglio quindi spenderli quando ancora vi trovate lì. Anche se vi trovate in un Paese in cui la valuta è più forte dell’Euro tornare a casa con molti soldi stranieri non è un grosso vantaggio: dovrete trovare qui in Italia un cambiavalute con un buon tasso e zero commissioni. Insomma, conviene spenderseli e goderseli. E se una volta a casa vi viene la depressione post-vacanza ci sono dei trucchi per farvela passare: come ad esempio, pensare al prossimo viaggio.