In questo post vi spiegherò come organizzare una vacanza in Puglia partendo da Bari fino in salento.

Se venite in aereo scegliete l’aeroporto di Bari, capoluogo di regione e punto di partenza per il tour.

Bari, Monopoli, Polignano a mare

Bari merita di essere visitata. Vi troverete in una città ricca di storia, palazzi d’epoca, chiese e un lungo mare pazzesco.

Chiesa di San Nicola

Palazzo Mincuzzi in via Sparano

Concedetevi un paio di giorni addentrandovi nei vicoli di Bari vecchia dove assisterete alla “trombatura” della pasta per le orecchiette, pescatori che vendono il polpo appena pescato e che potreste mangiare arrostito all’interno di un panino con della gustosa burrata. Bari è folklore, buon cibo e gente ospitale.

Da Bari spostatevi nelle vicine Polignano a Mare e Monopoli.

Due paesi vicini tra loro che si affacciano sul mare. La prima famosa per la sua scogliera, le terrazze  e i vicoletti abbelliti di fiori.

Monopoli famosa invece per il castello medievale a strapiombo sull’adriatico, il porto e la chiesa

Dalla costa ci spostiamo nell’entroterra e in circa 25 km arriviamo in una delle tappe obbligatorie che vi farà sentire come i protagonisti di una fiaba.

 

Alberobello, Locorotondo, Cisternino, Ostuni

Qui non troverete il turchese del mare, ma bensì quello del cielo che lega armoniosamente al bianco dei trulli. Passeggerete nelle stradine fatte di salite e discese in mezzo ad altri turisti che in estate popolano il paese. Farete l’aperitivo con dell’ottimo vino e una frisella di grano duro condita con pomodori locali e assaporerete il gusto semplice e genuino di questa regione.

Da Alberobello nella vostra vacanza in Puglia non  può mancare il mare, ma prima di proseguire verso il salento non tralasciate di visitare anche per poche ore i piccoli paesi di Cisternino,  Locorotondo e Ostuni e Oria  Paesi dalle caratteristiche architettoniche simili tra loro, borghi antichi rivalutati che lasciano inalterata la loro semplicità. Fiori, case dipinte in calce bianca che sembra accecare, piccole strade, tanto buon cibo e piazze piene di gente.

Da Bari ad Ostuni quanti Km sono? Quali mezzi usare e dove soggiornare?

La prima parte del nostro tour è terminata,  da Bari a Ostuni  circa 60 km da percorrere principalmente e preferibilmente in macchina.

Per soggiornare vi consiglio di evitare i posti sopra citati in quanto molto turistici, ma facilmente raggiungibili da altri paesi del circondario.  Se proprio volete coccolarvi pensate a soggiornare in un trullo. Dormire in un trullo è un’esperienza fantastica, un tuffo nel passato con le comodità del presente!

Lasciamo la provincia di Bari e Brindisi per entrare in quella di Taranto. Qui cambia lo scenario, apriamo il sipario sul mar Ionio.

Oria, Manduria, Porto Cesareo, Gallipoli


Manduria è il paese che da Taranto apre la porta sul salento. In posizione strategica, dal paese di Manduria potete raggiungere la costa in 10 minuti e raggiungere per delle passeggiate serali i paesi limitrofi di Oria famosa per il castello medievale Maruggio, paese candidato a borgo più bello d’Italia. Manduria ha una storia antichissima, tantissime chiese ed un parco archeologico degno di nota.

visitare manduria

Il mare dista a 10 minuti, potete scegliere la vostra spiaggia tra il litorale che da San Pietro in Bevagna arriva a Torre Colimena (sempre facente parte della Marina di Manduria), dove vi è un oasi protetta che permette ai fenicotteri rosa di sostare indisturbati.

Il mare? Non ha bisogno di essere descritto, parla da solo.

Qual è la località marina ideale per ragazzi che vogliono divertirsi?

A circa 25 Km da Manduria troverete la famosa Località di Porto Cesareo e a seguire Gallipoli.

Qui inizia la zona del divertentismo, tantissimi locali e discoteche. Paesi affacciati sul mare, con il loro porto turistico.

Sempre super affollati da giovani e famiglie. E’ il mare che insieme ai tanti locali rende queste località delle mete ambite soprattutto per i giovani e per la vita notturna.

Dove ha luogo la famosa notte della taranta?

Siamo entrati nel cuore pulsante del salento. I piccoli paesi che si susseguono a Gallipoli che spesso non vengono  menzionati sulle cartine geografiche nascondono eventi di tutto rispetto: Melpignano con la notte della taranta ad agosto , Scorrano con  il festival delle luminarie la prima settimana di luglio e poi sagre di ogni tipo e sapore.

In questi paesi si va non per visitare chissà quali strutture architettoniche o piazze, ma per godere dei sapori e del calore della gente. Qui sono vive le tradizioni che si tramandano da generazione a generazione.

Galatina, Santa Maria di Leuca, Castro, Otranto

Se siete appassionati di arte non deve mancare una visita alla cattedrale di Santa Caterina d’Alessandria a Galatina, nominata Monumento Nazionale,   è seconda solo alla Basilica di San Francesco d’Assisi.

 

Considerazioni sulle Maldive del salento

Siamo arrivata all’estremo sud della penisola, ma prima di proseguire voglio soffermarmi un pò sulle famose maldive del salento: TUTTO IL LATO DELLA COSTA IONICA HA LA SPIAGGIA GROSSO MODO CON LE STESSE CARATTERISTICHE ( come avete potuto vedere dalla foto di San Pietro in Bevagna) quindi se riuscite ad andarci fatelo pure, ma non aspettatevi chissà cosa, solo tantissima confusione! Preferite altre spiagge meno famose ma praticamente uguali!

Santa Maria di Leuca é il punto in cui mar Adriatico e Ionio si abbracciano ( si può notare in alcune giornate terse e serene dalla diversità del colore). Situata su di un promontorio é famosa per la basilica dedicata a Santa Maria De finibus terrae (della fine del mondo), in base a un’antica credenza che la riteneva al limite di tutte le terre emerse.  Adiacente alla Piazza della Basilica di Santa Maria de Finibus Terrae, situato a Punta Meliso, si innalza il grande faro.

Salendo i suoi 254 scalini, si arriva alla terrazza sottostante la lanterna metallica, da qui si può ammirare nelle giornate più limpide le coste dell’isola greca di Corfù e le montagne che segnano il confine tra Albania e Grecia.

Un’altra perla della zona è Castro Marina, un paese arroccato sulla scogliera del’Adriatico a 25 km da S.Maria di Leuca. Un piccolo borgo che si affaccia sul mare tra salite e discese, vicoli e balconi.

La strada che da Castro arriva ad Otranto è a scorrimento veloce?

La statale che collega i paesi è veramente comoda. A scorrimento veloce è la stessa che poi vi porterà nella magnifica Lecce in poco meno di 20 minuti. Da Castro ad Otranto sono 15 minuti circa.

La  bella cittadina di Otranto è arroccata sulla roccia e custodita dalle forti mura aragonesi con le sue case bianche  e le stradine mattonate che salgono dopo aver oltrepassato la Porta Alfonsina verso la Cattedrale di Santa Maria Assunta. Un borgo piccolo ma nello stesso tempo importante, un sunto tra mare, storia, buon cibo, gente gioviale, tradizioni antiche e distese di uliveti. Nascosto in un  angolo pazzesco si trova anche un laghetto, un piccolo occhio di acqua dal colore unico che va dal blu cobalto al verde smeraldo. La Cava di Bauxite.

 

cava di bauxite otranto

 

Avete deciso cosa fare in una settimana in Puglia?

Direi che vi rimane da aggiungere ancora un piccolo particolare: mangiate come se non ci fosse un domani! Dalle pucce con le olive ai formaggi freschi, il famoso gambero di Gallipoli, rustici, pasticciotti con la crema, parmigiana di melanzane, la famosa carne arrosto di Cisternino, pepata di cozze da mangiare nel Tarantino, purea di fave secche, riso patate e cozze, panzerotti!

Se volete altre informazioni non esitate a scrivermi!