Perchè creare un blog?

  • Puoi condividere le tue passioni
  • Impari a esprimere con la scrittura le sensazioni emotive
  • Tramite i tuoi occhi la gente immagina ciò che tu hai visto
  • Leggi di più
  • Avrai abilità che non avresti mai creduto
  • Può diventare un lavoro
  • Non dirai più non ho tempo.

La mia storia da blogger

Al contrario delle persone normali che riflettono, pianificano e studiano prima, io da impulsiva cronica decisi che dovevo mettere nero su bianco le mie esperienze, quasi come un diario e condividerle con chiunque.

Questa in realtà è stata la mia unica sicurezza e dopo aver consultato un esperto in materia, nel’ ottobre 2016 mi trovai con questo nuovo giocattolo tra le mani da gestire e far crescere.

Perchè creare un blog? Per farlo crescere!

Un blog deve crescere, questo è fondamentale mi dissero e se solo avessi voluto, pagando un servizio aggiuntivo avrei raggiunto poco dopo i primi posti tra i motori di ricerca. Non accettai e mi ritrovai alle prese con nomi a me sconosciuti, tutorial per WordPress ( è il software più usato per creare siti, di facile gestione ed è quello che è stato utilizzato per creare il mio ) e libri per studiare la SEO…

Se volete anche voi cimentarvi  ed aprire un blog sappiate che non basta scrivere e pubblicare. Ci sono alcune cose fondamentali e anche se ancora ho tantissimo da imparare voglio condividere quanto ho appreso fin ora.

Quante volte avete fatto una ricerca su google? Tantissime sicuramente e cosa fate prima di leggere la notizia che vi interessa? Vedere la fonte. Esempio: se cerco ” come trovare un volo lowcost”, l’informazione la vado a leggere in un blog che parla di viaggi e non certo se è una notizia scritta su un blog a contenuti generici. Quindi bisogna scegliere l’argomento che dovrà interessare ad una nicchia di lettori e su questo basare l’intero blog.

COME E’ STRUTTURATO UN BLOG

Ho scelto di parlare di viaggi lowcost, raccontando i miei, scrivendo trucchi, fornendo consigli, il tutto in base alla mia esperienza. Scrivere un articolo non è semplice, ma non spaventatevi per questo, il tempo è il miglior maestro.

Rivolgetevi ai vostri lettori con familiarità in quanto alla base di un blog c’è proprio questo: il piacere di leggere storie personali ed immedesimarsi.

Quanti articoli scrivere? Non c’è un numero minimo o massimo ma è vero anche che più si scrive meglio è. Gli argomenti non devono essere ripetitivi, ma interessanti.

Vi ho accennato la SEO, argomento abbastanza ostico per chi non ha alcuna infarinatura informatica. SEO sta per Search Engine Optimization che tradotto significa ottimizzazione per i motori di ricerca.

Un blog è formato da  articoli, pagine e categorie. Quando scriviamo un post  dobbiamo decidere come catalogarlo e generalmente gli articoli sono dei racconti che trattano un argomento sottogruppo di una categoria. Per semplificare vi faccio l’esempio del mio blog:  l’articolo  “Erice in funivia al tramonto”è un sottogruppo della categoria “Italia da nord e sud” e “percorsi e cose da vedere”. Le pagine invece sono degli argomenti statici come potrebbero essere la descrizione, la home, la pagina contatti.  In tutto questo cosa centra la SEO? Per ogni articolo, pagina o categoria dobbiamo scegliere una parola chiave per la quale ciò che scriviamo dovrà posizionarsi nelle prime pagina di GOOGLE.

E già GOOGLE comanda tutto! Se voi cercate sul motore di ricerca notizie riguardanti “Erice al tramonto” vedrete in 4°posizione della prima pagina il mio articolo. Quella è la parola chiave per la quale il mio articolo si è posizionato.

GUIDE UTILI E DA SUPPORTO

Per imparare le basi di tutto ciò che serve per creare un blog mi sono avvalsa di un libro che vi consiglio in quanto scritto in maniera semplice e chiara. Altro supporto indispensabile sono tutorial youtube e alcuni gruppi facebook.

 

 

Perchè creare un blog? Per ottenere delle piccole soddisfazioni anche remunerative.

Mi è capitato spesso leggere di grandi guadagni…Niente di tutto questo, o meglio i grandi blog sicuramente hanno i loro introiti, ma parliamo di siti con grossi investimenti e non solo iniziali. Chi come me invece gestisce il tutto per hobby, passione, avvalendosi solo delle proprie capacità non parliamo di guadagni, ma di soddisfazioni che stimolano ad andare avanti. Mi è capitato in cambio di pubblicità di pernottare gratuitamente in hotel oppure ricevere sconti o piccoli contributi. Potete riempire il blog con i classici banner pubblicitari che vi restituiscono dei centesimi per ogni click,  avvalervi delle affiliazioni o facendovi offrire un caffè. Non diventerete ricchi, ma vi gratificherà del tempo che dedicherete alla vostra creatura.

Se vi piace il blog e volete supportarmi potete offrirmi un caffè!  Grazie ad un link paypal sicuro potete cliccare la tazzina verde e seguire le istruzioni.