I tre posti instagrammabili e insoliti in salento:

  • L’eremo di Vincent Brunetti
  • L’altalena sullo Ionio
  • L’ipogeo di torre Pinta
  • La baia di Bauxite ad Otranto

 

I quattro posti più instagrammabili in salento si trovano in provincia di Lecce, in un area geografica compresa tra le città di Guagnano, Gallipoli ed Otranto.

Ma cosa significa instagrammabile? La parola deriva dal social network Instagram, il social dove postiamo le nostre foto sperando che vengano commentate, condivise o salvate. La foto che ci farà sognare è quella instagrammabile e molto spesso è quella dove il colore diventa il soggetto principale.

il colore è l’arte sono i protagonisti dell’ Eremo di Vincent Brunetti. Una casa ed un giardino stile Gaudì costruiti nel mezzo delle campagne di Guagnano da un pittore ecclettico ed estroverso.

Secondo il suo stile di vita, Vincent Brunetti ha creato il suo eremo, una casa/laboratorio dove ogni pezzo usato è un oggetto di recupero al quale si è data nuova vita.

L’ Eremo di Vincent Brunetti si potrebbe definire una cattedrale dell’arte! Dal blu al giallo al rosso i colori predominanti sotto il cielo blu della Puglia.

COME ARRIVARE all’Eremo di Vincent Brunetti

Si trova in via Case Sparse, 718 a Guagnano. Troverete al suo interno una galleria dove sono esposti i dipinti in vendita. I visitatori che raggiungono Vincent City a orari ragionevoli vengono condotti dal padrone di casa in un tour guidato dell’eremo.

Altre informazioni sull’Eremo di Vincent Brunetti.

Salutiamo le distese di uliveti e vitigni, la terra rossa tipica dell’entroterra di Guagnano e ci proiettiamo al turchese del mare dirigendoci a Gallipoli.

Località nota per il divertimento e per i tanti lidi, ma che nasconde un luogo intimo dove l’unica protagonista è la natura che è arte in tutta la sua essenza. Una combinazione di colori e luci unica perchè varia a seconda delle giornate. Un dipinto sempre diverso. 

L’altalena sullo Ionio è il nome che ho dato a questo posto per me magico, ma è conosciuto come “belvedere San Mauro” in onore  alla piccola chiesa di San Mauro poco distante.

Dal belvedere si può osservare il mar Jonio ed  il paese sottostante immersi nella macchia mediterranea. Qui troverete un’altalena dalla quale potete godere del tramonto più bello in assoluto che colora il mare di rosso.

COME ARRIVARE al belvedere San Mauro

Basta mettere il navigatore su “belvedere San Mauro – Gallipoli” e con estrema facilità vi ritroverete ad imboccare dalla provinciale una strada sterrata di circa 2 km. Non c’è un parcheggio, quindi dovete lasciare la macchina tra gli uliveti ed i campi.

Altre informazioni sul Belvedere di San Mauro

 

Dirigiamoci ora ad Otranto, dimentichiamo il mare che è il protagonista assoluto di questa zona ed immaginiamo di trovarci in un parco americano, non sono i colori del  Grand Prismatic Spring, ma il verde smeraldo ed il blu cobalto predomineranno la piccola cava di bauxite.

Un occhio di acqua nel centro di un terreno rosso vivo, ex cava di estrazione della bauxite negli anni ’60-’70.

DOVE SI TROVA la baia di bauxite

Località Orte, Otranto.

Informazioni sulla cava di bauxite

 

Ultimo, ma non come scelta è un luogo dove il mistero si lega alla storia, la religione al profano, l’accoglienza alla fauna!

Ci troviamo sempre ad Otranto, località Torre Pinta.

Immersi nella natura, quasi nascosto troviamo un ipogeo bellissimo di età messapica. Utilizzato per riti funebri e per sacrifici in onore a dei, luogo per cerimonie religiose ed infine dopo il suo abbandono è diventato un accogliente colombaia!

 

Il colore è il protagonista di questi luoghi insoliti e poco battuti dal turismo di massa. Andarci in determinati orari del giorno renderà le vostre foto molto più belle. 

Fatevi trasportare dalle vostre sensazioni, inquadrate angoli che vi fanno battere il cuore e tutto sarà magia!