Bonus vacanze come usufruirne con pro e contro

Ecco che finalmente è arrivato il bonus vacanze tanto atteso da chi aveva  intenzione di potersi concedere qualche giorno di vacanza a carico dello Stato…o meglio a carico di tutti noi contribuenti!

Poche regole e apparentemente accessibile a molti quasi da pensare che ci sia qualcosa dietro, cercherò di spiegarvelo in maniera pratica e sintetica.

 

PRESUPPOSTI PER RICHIEDERE IL BONUS VACANZE

 

  • reddito isee  fino a 40000 euro
  • le vacanze dovranno essere fatte entro il 31/12/2020
  • vacanze in Italia
  • la prenotazione dev’essere fatta direttamente con la struttura ( quindi bando a piattaforme on line come Booking per esempio) o con le agenzie di viaggio/tour operator
 
AMMONTARE DEL BONUS VACANZE

 

  • famiglie da 3 e più persone 500 euro
  • famiglie da 2 persone 300 euro
  • famiglia mononucleo 150 euro

 

COME SI SPENDE IL BONUS VACANZE

 

Al pagamento della fattura verrà detratto lo sconto pari all’ 80 % dell’importo totale, mentre la restante parte pari al 20 % verrà pagata ma poi detratta in fase di dichiarazione dei redditi dell’anno successivo.

Esempio pratico: ammontare della vacanza 1000 euro andremo realmente a pagarne 200 dei quali verrà rilasciata la fattura che conserveremo per poi allegarla al prossimo anno come detrazione all’imposta sul reddito.

 

Fin qui è tutto chiaro vero? Ora vediamo come accedervi.

Dopo aver richiesto l’ISEE del 2019, avere l’identità SPID  o la CIE ( carta d’identità alettronica 3.0), dovete scaricare l’app IO ed attendere il 1 luglio 2020 dove tramite l’app verrà notificata la procedura.

 

Una volta presentata all’ INPS la DSU ( dichiarazione unica d’imposta), accedendo in app dovete cliccare nella sezione pagamenti dove troverete una di queste casistiche:

  • richiesta valida
  • richiesta valida ma bonus già attivo ( caso in cui un altro componente dello stesso nucleo abbia fatto richiesta)
  • soglia ISEE superata
  • DSU assente

In caso di richiesta valida otterrete un QR-CODE che verrà scansionato al momento del pagamento in struttura tramite il quale verrà riconosciuto lo sconto.

 

PRO E CONTRO DEL BONUS VACANZE

 

Partiamo dal presupposto che ogni cosa ha il rovescio della medaglia e bisogna fare il punto della situazione.

Si che puoi fare una vacanza pagando meno, ma non ovviamente gratis! 

Purtroppo non tutti gli albergatori accettano il bonus vacanze e si attende che la FEDERALBERGHI pubblichi un elenco di strutture aderenti.

Al momento l'elenco disponibile è solo per alberghi nella riviera romagnola
 

Al momento quindi se abbiamo un’idea di dove voler trascorrere la nostra vacanza dobbiamo telefonare direttamente in hotel, villaggio, b&b e chiedere se loro accettano il bonus vacanze. Il problema è per chi è abituato a spendere poco e magari fare le vacanze in appartamento a prezzi già bassi: al momento da fonti ufficiose sono solo le grandi strutture di medio/alto livello ad accettare il bonus vacanze.

Quindi se per una settimana in un villaggio turistico per 4 persone da listino dovreste spendere 2500 euro in all inclusive, col bonus vacanze ne pagherete 2000.

 

… IL MIO NOME E’ ANNALISA, SONO PUGLIESE, ANZI DIREI SONO FORTUNATAMENTE PUGLIESE, COL MARE A 10 MINUTI DA CASA E IL SOLE TUTTO L’ANNO. LAVORO IN UN’AZIENDA PUBBLICA, SONO SPOSATA E MADRE DI DUE SPLENDIDE RAGAZZE. IMPEGNATA SU PIU' FRONTI CERCO DI RITAGLIARE IL TEMPO PER LA MIA UNICA PASSIONE: VIAGGIARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WhatsApp chat