Le migliori viste di New York: gli osservatori panoramici nei nomi dell’ Empire State Building e Top of the Rock.

Due simboli, due icone, due delle cose da visitare obbligatoriamente nel vostro viaggio a New York.

Ma cosa sono?

Ve lo spiego a parole mie, cercando di farvi entrare nel mio cuore per un attimo.

Sono i grattacieli dove il mio cuore ha avuto un attimo di pausa, dove mi è mancato il respiro, dove gli occhi hanno brillato come stelle e la bocca si è  chiusa perchè senza parole.

Mi direte che sono esagerata, ma questa è stata la mia sensazione nei due giorni che ho dedicato  loro durante il mio viaggio a New York.

 UN PO DI STORIA

L’Empire State Building ha solo 88 anni tenuti bene!  Costruito dove vi era il più antico e storico hotel di New York in piena Midtown.

Gli edifici dell’ hotel vennero venduti ad un gruppo di imprenditori che formarono l’ Empire State Corporation.

Un po’ per il boom demografico del periodo e un pò per la megalomania tipica americana, costruirono l’edificio in maniera tale che risultasse il più alto della città.

E fu cosi’ che nel lontano 1929 nacque il suo progetto, in stile art decò, che fino alla costruzione delle torri gemelle fu il grattacielo più alto di New York.

L’Empire State Building venne costruito con l’intento di ospitare uffici, ma aimè molti rimasero vuoti e per salvarsi dalla bancarotta gli imprenditori decisero di aprire al pubblico l’ultimo piano come osservatorio.

 ORA ENTRATE CON ME NELL’EMPIRE.

Premetto che in qualsiasi zona di New York vi troviate, lui è li ad osservarvi, anzi siete voi ad alzare la testa e vederlo! Proprio per questo li ho dato l’appellativo di SUA MAESTA’.

La cima che cambia colore è qualcosa di indescrivibile, come un faro che sta ad indicare quanto si è vicini al centro.

 

VEDUTA DALLA 23°

 

Noi siamo andati  di pomeriggio con i biglietti prenotati on line qualche mese prima.

Entriamo nella hall decorata con marmo nero, rosso,  ambra ed una serie di applicazioni in foglia d’oro.

Tantissimi ascensori che portano fino al’ 80° piano e in ogni piano ci sono uffici che ospitano studi televisivi, radiofonici e della banca d’ America.

Facciamo i classici controlli di sicurezza ( gli stessi degli imbarchi in aeroporto) e finalmente entriamo in ascensore.

Ovviamente non un ascensore normale, musica e luci ci accompagnano durante i pochi secondi di ascesa verso il panorama più bello che i miei occhi abbiano mai visto: la grande mela al tramonto!

Il sole colora di un arancio sbiadito il fiume Hudson, le strade sono illuminate dai fari delle macchine in fila, palazzi con le luci accese che da così in alto sembrano minuscoli.

In lontananza si possono vedere tutti i quartieri, il Central Park, Ponte di Brooklin.

 

 

L’osservatorio è diviso tra terrazza coperta e scoperta. Ovviamente quella coperta è tutta a vetri, mentre dall’esterno vi sono dei binocoli da poter usare tranquillamente.

Si può restare per tutto il tempo che si vuole, ma prima o poi si deve lasciare l’osservatorio scendendo 6 rampe di scale dal 86° all’80° piano per poi riprendere l’ascensore e dare un arrivederci o un addio a Sua Maestà Empire!

Io? ho dato solo un arrivederci…

 INFO UTILI

Orari di apertura: 8 a.m. to 2.00 a.m.

I bambini fino a 6 anni entrano gratis

Da 6 a 12 anni: 26$

Adulti: 32$

Over 62: 29$

Se volete salire fino al 102° piano i costi sono

Adulti 52$

Bambini 46$

Over 62 49$

Personalmente ho preferito acquistare il City Pass, evitando file e risparmiano sul prezzo.

 

Le migliori viste di New York: gli osservatori panoramici nei nomi dell’ Empire State Building e Top of the Rock.

TOP OF THE ROCK

Altra icona e simbolo della grande mela è il Top of the Rock, l’osservatorio situato in cima al Rockfeller Center.

UN PO DI STORIA

Il Rockfeller center è un insieme di edifici, per la precisione 19, costruito dal’omonima famiglia di magnati petrolieri…

Costruito quasi nello stesso periodo del Empire e nello stesso stile fu ultimato pero’ qualche anno più tardi.

Pare che nel 1996 anche il nostro Giovanni Agnelli ne possedesse una quota societaria.

Al complesso fanno parte il famoso Radio City Hall, un teatro grandissimo e la famosissima piazza ( quella che vedete in foto), dove a Natale viene illuminato l’albero più grande della città.

Il Top of the Rock è meno alto del’Empire ( soli 270 mt), ma nonostante le misure diciamo ” ridotte”, la terrazza ha una vista a 360° su tutta la città e quindi a parer mio una posizione migliore in quanto si può vedere più da vicino il Central Parck e l’Empire che svetta di fronte.

ORA ENTRATE CON ME NEL TOP OF THE ROCK

Obliteriamo il nostro biglietto del city pass tramite appositi lettori ottici che ci restituiscono il ticket valido per l’ingresso, ma l’attesa è di circa 2 ore.

Facciamo il giro nella galleria di negozi: cibo, souvenir, abbigliamento e l’ufficio postale all’interno. Finalmente arriva il nostro turno: sono le 19 ed iniziamo a fare il percorso: un lampadario swaroski che illumina questa stanza in marmo chiaro, lo scorrimano della scala in ottone e tappeto rosso, che eleganza!

qui mio marito ed io con i biglietti in mano!

Arrivati su, non ci sono parole: la visuale è completamente diversa, tra l’altro è sera quindi è tutto più spettacolare.

 

E con queste immagini mi auguro di avervi fatto sognare per un po, New York è questa: la città delle meraviglie in cui tutto è WOW!