Dormire in ostello tutti i vantaggi nonostante  che nel nostro immaginario  lo vediamo come quel luogo sporco dove ragazzi e ragazze alle loro prime esperienze di viaggio, dormono in stanze comuni con letti a castello e bagno in comune….

Ecco questa è la descrizione molto sommaria degli ostelli, ma anche in questo caso, come negli alberghi o i b&b ci sono quelli se non a 4 stelle, ma a 3 abbondanti sicuramente.

Dormire in ostello tutti i vantaggi in base alla mia esperienza

Chi sceglie l’Ostello sicuramente mette in preventivo alcune pecche che possono essere la condivisione della stanza se si viaggia da soli e l’alloggio spartano ed essenziale.

Come rendiconto sicuramente si ha la possibilità però di spendere poco e avere anche inclusa la colazione e magari soft drink durante il giorno, e non per ultima l’aria familiare e giovanile che si respira.

Il mio primo soggiorno in ostello a Londra.

Una camera con sei letti a castello che dava su un terrazzino, la stanza era occupata solo da me e i miei compagni di viaggio, bagno in camera privato, lenzuola pulite alla svedese, colazione e soft drink inclusi durante tutto il giorno!

Eravamo a Londra, quartiere Westminster, di fronte fermata Plimco. Colazione inclusa, acqua e tisane durante il giorno, giochi di società e pub annesso. Due volte la settimana  anche musica dal vivo. Costo? 16 euro a notte!

Faceva  parte della catena Safestay London Elephant & Castle gestito da ragazzi di ogni nazione che in questi luoghi trovano lavoro con vitto e alloggio.

Li sul posto c’erano famiglie con bambini che avevano scelto le stanze formate da 4 letti.

Alcuni ragazzi scendevano  in pigiama e ciabatte! Se non ti senti a casa qui!

Il passo dal primo a sceglierne altri è stato veloce: a Madrid in stanze da 4 ho soggiornato presso il Generator Madrid.

Struttura pulitissima, centrale. Pulizia eccezionale ovunque, camere piccole con lavandino in stanza e due porte per i servizi. La colazione non e’ inclusa nella tariffa base.

Sia a Bruxelles che Amsterdam abbiamo soggiornato al Meiningher

Questa catena secondo me più che ostello è un hotel a tutti gli effetti: stanze grandi da 2/4 /6 posti letto.  Pulizia eccezionale!

La cosa bella? il salone dove poter mangiare portando cibo da fuori ed una cucina dove poter cucinare provvista di piatti e pentole. Noi qui abbiamo cucinato e festeggiato per i 50 anni di mio marito!

 

 

 

Più spartano ed un vero e proprio ostello è stato quello di Bruges, hostel Europe.

Stanze da 4 in ala riservata con salone comune. Molto minimal e senza alcun servizio accessorio se non la colazione inclusa: la struttura ci forniva lenzuola e coperte per farci i letti.

Vi dico la verità: la cosa che amo degli ostelli è proprio questo sentirsi a casa! Questi saloni dove poter chiacchierare, giocare, bere qualcosa; il prezzo? la seconda cosa che amo dell’ostello! Riuscire a dormire con una media di 10/25 euro a notte con colazione inclusa in città carissime non è da sottovalutare!

Quindi Ostello si! Pollice in su!!!!!