Visitare Madrid due giorni. Itinerario

Il prezzo del volo che sceglie la destinazione e non viceversa! Prezzo low cost da Bari: 40 euro a/r dal 9 al 11 ottobre, che si fa? Prenotiamo  obviously!

L’aeroporto di Madrid

Arriviamo nel primo pomeriggio in aeroporto Adolfo Suárez, un aeroporto immenso, solo per prendere i bagagli dal nastro trasportatore abbiamo percorso un corridoio di circa 1 km.

Nell’organizzare il viaggio avevamo valutato l’idea di prendere la metro che si può prendere facilmente dal terminal 1/2 per il centro città, ma non vi dico la difficoltà nel farci capire da un’addetta delle macchinette elettroniche, vi spiego il perchè.

Per prima cosa bisogna comprare una card ricaricabile che può contenere max 20 viaggi al costo di 1.20 euro per ciascuno, più 3 euro per ognuno di tassa per uscire dall’aeroporto e la card costa 5 euro.

Noi avendone già una ricaricata con 12 biglietti volevamo solo la conferma  di doverla  ricaricare di altre 8 per poi  prendere 3 biglietti singoli visto che eravamo 23, detto così sembra ovvio e scontato, ma la tizia spagnola che tra l’altro non spiccicava una parola in inglese continuava a dire no!

Alla fine abbiamo preso il taxi dopo due ore in aeroporto,  evviva!

L’Hotel scelto a Madrid

Arriviamo in hotel alle 17, ottima struttura in posizione centrale, prenotato come ostello, ma in realtà disponeva di camere quadruple e doppie con bagni privati. Pulito, moderno e organizzato alla perfezione al costo di 20 euro a notte in quadrupla, e 32.50 in doppia.

La colazione a buffet dal dolce al salato al costo di 7.50 pagabile in loco; soluzione ottimale per chi desidera farsi dei panini per il pranzo.

Qui il link dell’hotel di Madrid 

Prima tappa a Madrid: Paraiso del jamon

Depositati i bagagli siamo stati “piacevolmente” accolti da un’ acquazzone costringendoci  a rifugiarci in un locale adocchiato nei pochi metri che siamo riusciti a fare e oltretutto abbiamo scoperto essere uno dei migliori in assoluto per degustare il famoso prosciutto crudo iberico.

Locale minimal, molto spartano, adornato di prosciutti ovunque. Un buon panino non supera le tre euro.

 

 

 

 

 

Un arcobaleno ci rassicura e finalmente Madrid ci da il benvenuto!

Rifocillati e il tempo magnanimo ci incamminiamo verso Puerta del Sol a pochissima distanza dal nostro hotel e dalla gran via.

Puerta del Sol  è una delle piazze più importanti di Madrid, rappresenta il km 0 dalla rete stradale  e il centro delle celebrazioni del capodanno.

Non andateci da soli, la sera circola gente poco affidabile!

 

Nei nostri programmi era previsto l’ingresso al casinò in seconda sera, anticipiamo data l’ora tarda ed eccoci qui a sfidare la sorte!

Buono omaggio di 2 euro  e come i peggio scaricatori di porto ci posizioniamo davanti alle slot machine….con due euro c’è chi ne ha vinti 50!

 Sveglia presto, abbiamo solo 12 ore per visitare Madrid. 

La pioggia non demorde, ma nemmeno noi! Muniti di ombrelli e k-way, iniziamo a camminare seguendo la cartina ed il programma.

La pioggia non demorde, ma nemmeno noi! Muniti di ombrelli e k-way, iniziamo a camminare seguendo la cartina ed il programma.

1° tappa Plaza de Espana

Una grande piazza al centro della quale si trova una fontana con una statua dedicata a Miguel de Cervantes, scrittore e romanziere spagnolo, e alla base due statue di don Chisciotte e Sancho Panza.

Sulla piazza si affacciano due importanti edifici: la Torre di Madrid e l’edificio dell’Espana.

Sinceramente a me non ha colpito molto, è stato naturale fare il paragone con Piazza di Spagna a Roma….Ma si sa noi Italiani siamo così, critichiamo nonostante tutto!

 

Proseguiamo verso Palazzo Reale

Residenza della famiglia reale spagnola, è chiamato anche Palazzo d’oriente.

Il palazzo oggi è utilizzato esclusivamente per le cerimonie e conferenze, in quanto i monarchi vivono nel Palazzo della Zarzuela, alla periferia di Madrid.

Il palazzo è imponente ed elegante peccato che all’interno non si possano fare fotografie.

Il palazzo si può visitare gratuitamente dalle 16 alle 18 nei giorni infrasettimanali, ma bisogna arrivare entro e non oltre le 17.

 

 

Adiacente al palazzo Reale c’è la Cattedrale dell’Almudena.

Cattedralede dicata alla Virgen de la Almudena. Iniziata in stile gotico francese del XIII secolo all’interno e neo classica all’esterno  è stata  consacrata il 15 giugno del 1993 da Giovanni Paolo II.

Molto criticata, perchè è un misto di svariati stili, ma sicuramente bella.

Il suo interno è pieno di vetri colorati che con la luce del sole danno un tocco di colore alle colonne bianche.

 

Plaza Mayor è la quarta tappa.

La piazza principale di Madrid. Si presenta circondata da un palazzo quadrangolare, rosso con tetti in stile nordico. Lungo i quattro lati sono presenti negozi e bar.

Come tutte le piazze di Madrid, anche questa è spaziosa e  piena di gente.  Purtroppo il grigio del cielo l’ha resa meno bella di quanto lo sia. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5° tappa mercato di San Miguel

Un mercato coperto di inizio ‘900 dove tutto ciò che viene esposto è in maniera elegante e sicuramente accattivante.

A qualsiasi ora voi andiate è impossibile non rimanere abbagliati da tante prelibatezze dolci e salate. Tapas con burrate, paella di tutti i tipi, salumi, chips e ogni sorta di fritto!

 

 

6° tappa, Parco del Retiro

118 ettari di verde, alberi e laghetti artificiali dove si può noleggiare la barca a remi e rilassarsi. Aree dedicate ad attività fisica. Prati immensi dove sdraiarsi senza far nulla!

 

7° tappa,  Palacio de Cristal

All’interno del parco del Retiro, si trova questo palazzo di vetro, con una struttura in metallo in stile vittoriano.

E’ circondato  da ippocastani e da un laghetto artificiale. Attualmente è sede di esposizioni di arte contemporanea.

 

8° e 9° tappa, musei Prado e Reina Sofia

Essendo mercoledì ci troviamo nei giorni in cui il Museo del Prado e Reina Sofia sono ad ingresso gratuito (  uno dalle 18 alle 20 e l’altro dalle 17 alle 19 )

Purtroppo non si possono fare foto. Ma sicuramente per chi è un appassionato di arte non è da perdere il Guernica di Picasso nel Reina Sofia e il Davide contro Golia del Caravaggio nel Prado.

Ingresso sempre gratuito per  minori e studenti fino ai 25 anni.

10° tappa, piazza dell’Oriente

I tempi ormai sono stretti,  tornando in hotel passiamo da Piazza dell’Oriente, adornata da statue dei diversi re di Spagna.

 

Camminando fotografiamo tutto ciò che per noi è bello, palazzi, edifici, negozi e strade particolari,  con la voglia di vedere quanto più possibile.

Si cerca di cogliere il particolare, nonostante la stanchezza si cammina ad oltranza. Circa 10 km senza usare mezzi di trasporto.

Altro particolare, Un panificio solidale che mette fuori del pane per chi non può comprarlo!

Visitare Madrid è stato come assistere ad un film di Zorro e Don Chisciotte tra cavalieri e cavalli. Mi dicevano che Madrid non ha nulla di speciale, forse è vero se guardata senza cogliere il suo animo nostalgico e legato al passato.

Madrid è come una donna ancorata al passato ma che veste con calze a rete fumando una sigaretta compiaciuta nell’essere guardata.

 

 Costo del viaggio a Madrid

Volo a/r: 40 euro

Pernotto: 20 euro a notte in quadrupla per persona

Musei: ingresso gratuito

pasti: 7.50 la colazione + 35 euro totale per due giorni

Passi: infiniti!

Costo Totale:  130 euro per persona per due giorni