Raggiungere Colmar col treno da Basilea è stata la nostra maniera low cost per sfruttare un soggiorno quasi anonimo in Svizzera. Con un solo volo infatti abbiamo visitato Basilea, Colmar ed anche Strasburgo.

Un percorso fattibilissimo la cui tratta dura circa 40 minuti ed al costo di  22 euro andata e ritorno ( biglietti con lo sconto del 30 % in quanto gruppo di 14 persone). Più costoso sicuramente del biglietto comperato per Strasburgo a 0.99 centesimi con Flixbus!

Colmar si trova in Francia al confine con la Svizzera e la Germania. Per visitarla quindi dovete prenotare un volo per la vicina Basilea (Svizzera),  Strasburgo (Francia) o Baden (Germania).

La scelta dipenderà principalmente dagli scali dell’aeroporto di partenza e da eventuali offerte come è stato per il nostro caso: volo a/r a 55 euro per Basilea da Brindisi.

La stazione di Colmar

Dall’architettura della stazione dei treni era chiaro cosa andavamo a visitare: una cittadina che ha mantenuto il suo aspetto medievale  nel tempo

Ci dirigiamo immediatamente verso la Petite Venice, il centro storico della città caratterizzato dai canali e casette colorate  a graticcio ( costruzioni con intelaiature in legno collegate tra di loro in diverse posizioni e visibili dall’esterno).

Raggiungere il centro storico è stato semplice, è bastato seguire il puntale della Cattedrale di San Martino,  uno dei più importanti esempi dell’architettura gotica della regione.

Si affaccia sulla Place de la Cathedrale, in stile gotico la sua costruzione risale al 1200.

 

     

 

Vicoli stretti e lunghi, a destra e a manca case in tinte tenui ci hanno accompagnato verso uno dei posti più fiabeschi mai visti!  La Petite Venice è un quartiere con un solo canale  navigabile e su di esso si affacciano le casette colorate adornate di fiori che rifletteno la loro immagine nell’acqua. Certo paragonarla a Venezia è esagerato. Non capisco come mai in un posto qualsiasi basta che ci sia un canale ed  subito una piccola Venezia!

 

visitare colmar

 

Il simbolo della città è la casa  Pfister, venne costruita nel 1537 per il cappellano di Besançon, Ludwig Scherer, che fece la sua fortuna col commercio dell’Argento. Costruita in pietra e legno, i due fronti sono ornati da una serie di affreschi attribuiti a Christian Vacksterffer, rappresentanti la Fede e la Giustizia.

 

 

Nella parte centrale del centro storico tanti negozi ed è qui che si svolge il mercatino di Natale.

A mio avviso credo che Natale sia il periodo più adatto per visitare Colmar che avrà un’atmosfera unica, quasi irreale!

 

 

 

Altra chicca di Colmar è la statua della liberta‘! La replica di essa è alta 12 metri, realizzata nel 2004 e posta all’entrata settentrionale della città, in onore allo scultore cittadino Auguste Bartholdi che la progettò e la realizzò insieme a Gustave Eiffel. Lo scatto è stato fatto dal treno!

 

Dopo aver ammirato le bellezze architettoniche non potevamo non degustare prima del rientro a Basilea  un prodotto tipico della città: l’Alsazia è la prima regione produttrice di birra in Francia e seduti al caldo in una tipica brasserie, abbiamo bevuto un bicchiere di birra Fischer, marchio di una fabbrica di birra fondata nel 1821 a Strasburgo.

L’Alsazia è anche la patria delle cicogne, non stupitevi quindi se ovunque troverete dei nidi pronti per ospitarle. Le cicogne bianche vanno anch’esse a visitare Colmar in quanto nidificano e danno alla luce i piccoli che da agosto a metà settembre sono già pronti per intraprendere la loro prima migrazione verso sud.

 

Nel caso decidiate di non raggiungere Colmar da Basilea  potete cercare delle sistemazioni in loco. La mappa di Booking.com è solo della città.

Booking.com